5×1000: COME LO ABBIAMO USATO

20 aprile 2017

Ogni qualvolta si avvicina il tempo della dichiarazione dei redditi, capita di essere tempestati da pubblicità e spot che invitano a donare il cinque per mille dell’Irpef ad associazioni attive nel terzo settore. Basta il codice fiscale dell’organizzazione del cuore e la firma del cittadino dichiarante, ed ecco che quel piccolo cinque per mille può diventare una risorsa. E’ anche grazie ai fondi derivanti da questa opportunità che CESAR porta avanti i suoi progetti.

Con il vostro 5 per mille, lo scorso anno ci avete donato 19.274,47 euro! Nel ringraziare di cuore quanti ci hanno sostenuto attraverso questa modalità, è tempo di vedere come sono stati utilizzati questi fondi.

 

Il 73% dei fondi è stato destinato al Sud Sudan per:

  • promuovere le attività dei missionari presenti nella diocesi di Rumbek, legate all’assistenza primaria e alla cura delle comunità locali
  • sostenere l’istruzione femminile, attraverso borse di studio a favore delle studentesse della scuola secondaria per ragazze gestita dalle suore di Loreto a Rumbek

 

Il 27% dei contributi è stato utilizzato in Italia per:

  • realizzare la prima edizione del progetto d’inclusione sociale organizzato sul territorio bresciano per donne inoccupate e disoccupate, consistente in un corso di sartoria e cucito che ha appassionato le partecipanti
  • promuovere la mostra su padre Cesare Mazzolari attraverso la stampa di un catalogo, completo delle immagini e dei contenuti espositivi dell’allestimento, con l’aggiunta di alcuni contenuti extra che hanno riscosso successo non solo tra donatori e simpatizzanti, ma anche più in generale tra il pubblico dei visitatori della mostra, invogliando a conoscere più da vicino l’opera del nostro fondatore e di CESAR in Sud Sudan

 

Ancora una volta possiamo ribadire con i fatti l’importanza di un gesto piccolo che ciascuno di noi può fare per contribuire alla causa di CESAR in modo gratuito, con la consapevolezza che più siamo, più possiamo incidere nel cambiamento futuro.

Per questo, anche quest’anno, non dimenticare di destinare il tuo 5 per mille a CESAR!

Notizie dall'Italia